Global Action Day For Afrin – Manifestazione a Bari il 24 marzo

Il 24 marzo alle ore 16:00 con concentramento a Bari di fronte al Teatro Petruzzelli, lato Corso Cavour, saremo in piazza per opporci all’invasione turca di Afrin e sostenere la resistenza di YPG e YPJ.
Dal 20 gennaio il cantone di Afrin (in Siria del nord) è stato oggetto di un attacco militare portato avanti dal secondo esercito NATO con il sostegno di milizie jihadiste legate ad Al Qaeda, Al Nusra e quel che resta di ISIS. Le organizzazioni terroristiche con le quali vi hanno terrorizzati per anni, oggi portano avanti massacri di civili con le armi NATO fornite dai nostri governi.
La situazione nelle ultime settimane si è fatta più complicata, non riuscendo nell’impresa di invasione via terra l’esercito turco ha intensificato i bombardamenti avvalendosi anche dell’uso di armi chimiche. Gli ospedali sono stati presi di mira, non si tratta di bombardamenti indiscriminati ma di obiettivi scelti ed oculati. La strategia dell’esercito turco era quella di attaccare i civili, lo dimostrano, anche, i numerosi attacchi contro carovane di civili in fuga dalle città.
Per questo motivo domenica scorsa, con l’esercito turco e le sue milizie jihadiste alle porte della città di Afrin, le YPG-YPJ hanno deciso di evacuare i civili dalla città e far entrare la resistenza di Afrin in una nuova fase, quella della guerriglia.
In questo momento coloro che hanno combattuto ISIS per anni, e che hanno creato un nuovo modello di società secondo il modello dell’autonomia democratica sono abbandonati dal mondo intero. Le combattenti ed i combattenti che hanno liberato Kobane, Mambij, Tabqa, Raqqa, spingendosi in tutta la zona ad est dell’Eufrate nel governatorato di Deir Ez Zor muoiono sotto le bombe NATO, nonostante una risoluzione ONU del 24 febbraio che imponeva un cessate il fuoco su tutto il territorio siriano.
Di seguito l’appello per la mobilitazione internazionale del 24 marzo:

“Appello Globale all’Azione #GlobalActionDayForAfrin
Fermiamo la guerra della Turchia contro il popolo curdo ad Afrin!
Difendiamo Afrin!
Sostenere la resistenza è un imperativo storico!
Unitevi a noi nella giornata di Azione Globale per Afrin del 24 marzo 2018!
L’assalto criminale contro Afrin costituisce una nuova fase nella guerra dello stato turco al popolo curdo. Questa invasione e questo attacco genocida sono stati condotti davanti agli occhi dell’umanità. Questo assalto non sarebbe stato possibile senza la complicità delle maggiori potenze. L’eroica resistenza dei curdi nella lotta per Kobane ha innescato il meccanismo che ha condotto al fallimento del processo di pace e alla propagazione della guerra civile siriana nella regione curda della Turchia. Nei due anni passati si è assistito ad atrocità commesse in violazione dei diritti umani nella regione curda della Turchia, con migliaia di morti e centinaia di migliaia di sfollati.
Adesso la guerra ai curdi si intensifica ulteriormente, con l’invasione criminale del territorio siriano. I crimini di guerra contro il popolo curdo ad Afrin sono crimini contro l’umanità; la resistenza dei curdi è la resistenza dell’umanità. Lunga vita alla democrazia di base del Rojava e al modello confederal-democratico!
Chiediamo l’entrata in vigore immediata del cessate-il-fuoco ad Afrin e in tutta la Siria, come richiesto dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite; il ritiro immediato dell’esercito turco, la cui presenza ad Afrin costituisce una palese violazione del diritto internazionale; la piena e completa partecipazione dei curdi siriani e delle loro organizzazioni al processo di pace a guida ONU per una soluzione politica al conflitto siriano.
La Turchia continua il massacro ad Afrin, contravvenendo alla risoluzione ONU per il cessate-il-fuoco!
Fermiamo il genocidio e la pulizia etnica dell’esercito turco ad Afrin!
Agiamo subito e manifestiamo in difesa di Afrin il 24 marzo in tutto il mondo!”

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *