Rulli di tamburo per un compagno, Ciao Giacomo!

E’ sempre difficile scrivere qualcosa su un compagno che è venuto a mancare per un male incurabile, si rischia molto spesso di cadere nella retorica o di non dare il giusto risalto alla sua figura.
La scomparsa di Giacomo ci lascia sgomenti, anche se negli ultimi giorni eravamo ormai preparati a questa terribile notizia.
Per chi ha frequentato la nostra sede o condiviso le nostre battaglie sa quanto questo percorso è strettamente legato alla sua figura e alla sua presenza.
Noi che ci siamo formati politicamente nei centri sociali degli anni ’90 e nei movimenti contro la globalizzazione di inizio nuovo secolo ,avevamo in lui un punto di riferimento con una stagione politica ormai distante ma che tornava molto spesso ad interrogarci sul presente.
Era per noi l’anello di congiunzione con quella generazione che negli anni ‘70 aveva scelto l’insorgenza rivoluzionaria prima di scoprire e tentare di sopravvivere al grande gelo del riflusso.
Vogliamo ricordarlo nei cortei che abbiamo condiviso, nelle manifestazioni che abbiamo un po’ ovunque lanciato, nelle numerose iniziative di lotta che abbiamo promosso anche nella nostra città Barletta,  afflitta purtroppo dall’incapacità di cogliere il cambiamento.
Vogliamo ricordare anche le nostre innumerevoli discussioni che ogni volta riuscivano ad abbracciare campi infiniti e ti immaginiamo oggi al cospetto di uno dei tuoi autori preferiti, quel Manuel Scorza autore di “Rulli di tamburo per Rancas” in cui descrive magistralmente la lotta dei comuneros (contadini indigeni) nel Perù degli anni sessanta, a chiedergli chi è stato l’ultimo comuneros morto a raccontare le violenze subite.

Ciao Giacomo.

Dai/lle compagni/e del Collettivo EXIT

scansione0001

 

3 comments

  • anche essendo lontano ,sono profondamente colpito ,che te ne sei andato cosi’ in fretta,dall’alto qualcuno ,ti ha voluto risparmiare tanta sofferenza ,perché per la persona che eri ,non l’avresti meritata . Ti abbraccio con il cuore e gli occhi pieni di lacrime .Ciao giacomein

  • Profondamente addolorato . Ricordo con particolare piacere le risate fatte insieme nelle manifestazioni in giro per l ‘Italia km

  • Un saluto a pugno chiuso per un compagno di tante battaglie

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *