Comunicato del forum Energia e Territorio beni comuni Puglia

Il forum “energia e territorio beni comuni Puglia”, aderisce alla manifestazione del 16 ottobre 2010 a Roma, indetta da FIOM CGIL.

Marchionne e la Marcegaglia stanno portando un attacco alle condizioni di vita e di lavoro degli operai metalmeccanici, con l’intento di far tornare al medioevo tutti i lavoratori Italiani, a renderli veri e propri schiavi dei padroni, con l’avallo del vaticano.

La Marcegaglia e molti altri imprenditori d’assalto, stanno portando, in Puglia, un attacco al nostro territorio di proporzioni immani. La Marcegaglia in primis, con l’appoggio aperto e neanche mascherato di Nichi Vendola, ha le mani in pasta in numerosissime imprese che vanno dalla raccolta dei rifiuti al loro utilizzo e smaltimento in modo criminale.

Questi sono i padroni comuni fra noi e gli operai che stanno resistendo eroicamente all’attacco di questi criminali, di questa gente che ha già accumulato enormi ricchezze economiche nei loro conti correnti bancari e nei paradisi fiscali provocando una crisi economica di sovrapproduzione assoluta di merci e capitali, che vogliono scaricare sulla pelle di tutte le masse popolari Italiane.

L’attacco ai servizi sociali ( scuola, sanità, ecc. ), l’attacco ai contratti sindacali, l’attacco al territorio con devastanti progetti energetici e l’attacco altrettanto devastante dei megaprogetti della TAV e del ponte sullo stretto, fanno parte dei loro progetti criminali di affamare milioni di persone.

Noi ci uniamo alla FIOM e a tutte le masse popolari che oggi stanno resistendo con forza e determinazione a questa deriva reazionaria, di cui l’attacco aperto alla Costituzione Italiana ne è la punta massima e da cui si può uscire soltanto con l’unità di tutte le forze in campo.

Il diritto al lavoro, così come le energie e il diritto alla salute pubblica e del territorio, è un bene comune.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *