FARC dichiarano il cessate il fuoco unilaterale a tempo indefinito

(da nuovacolombia.net)

Attraverso un comunicato datato 17 dicembre, il Segretariato dello Stato Maggiore Centrale delle FARC-EP ha decretato un cessate il fuoco unilaterale e a tempo indefinito; appena poche ore prima, il generale Javier Flórez, a capo della sottocommissione per la fine del conflitto nel processo di pace, aveva consegnato un rapporto in merito al lavoro di altri 10 ufficiali su questo tema.
L’obiettivo dichiarato del Segretariato è quello di
raggiungere le condizioni per “superare gli inutili spargimenti di sangue”. L’insorgenza auspica che l’interruzione delle ostilità possa protrarsi nel tempo, con la prospettiva della sua trasformazione in armistizio, e aspirando al controllo e alla verifica dell’Unione delle Nazioni Sudamericane (UNASUR), della Comunità degli Stati Latinoamericani e Caraibici (CELAC), del Comitato Internazionale della Croce Rossa e del Fronte Ampio per la Pace, considererà terminata tale interruzione solo in seguito alla costatazione che le proprie strutture guerrigliere siano oggetto di attacchi da parte delle forze militari del regime.
Per la terza volta, l’insorgenza rivoluzionaria delle FARC ha concretamente dimostrato la propria volontà di pace, e la determinazione nel voler portare a termine il conflitto armato al tavolo dei Dialoghi all’Avana; tale atteggiamento è riconosciuto anche dai suoi avversari, e largamente condiviso dalla stragrande maggioranza dei colombiani. Ora tocca al governo fare la sua parte, dimostrando reciprocità.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *