Sardegna: il video della marea nera

I media non ne parlano, ma uno degli angolo più belli della Sardegna ha subito nei giorni scorsi un disastro ambientale.

Un olio combustibile classificato come cancerogeno (R45, R66 e R52/53) è fuoriuscito dalle tubature sottomarine che rifornivano la centrale dell’azienda E-on. Se condo E-on sono fuorisciti 300Kg di combustile, secondo i volontari accorsi sul posto 2 tonnellate.
Video sugli effetti della marea nera in Sardegna, effettuato dai volontari di Sea Shepherd Italia il 30 gennaio 2011.

Precedenti articoli:
Marea nera in Sardegna: muro di gomma dei media
Un’onda nera soffoca le coste della Sardegna

Leggi tutte le news di Sea Shepherd.it

One comment

  • Benedetto Rondinone

    A quanto pare l’unica nostra speranza è che si prosciughino quanto prima tutti i giacimenti di petrolio del pianeta.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *