Riot Pride Parade 2018

Riot Pride Parade 2018 – Documento politico dello spezzone meticcio ed antisessista.

Il prossimo 16 giugno si terrà a Barletta la parata conclusiva del Puglia Pride 2018. Abbiamo deciso di esserci e di comporre uno spezzone antifascista e rappresentativo del mondo delle lotte sociali, ambientali, il mondo dei saperi e la città meticcia ed antisessista che vorremmo. Saremo quindi in piazza con le stesse parole d’ordine che ci avevano già visti per le strade in occasione della manifestazione del 25 aprile per rimarcare la nostra idea di trasversalità delle lotte per i diritti ed a sostegno della comunità LGBTQI cittadina promotrice dell’evento regionale.
La deriva destrorsa della nostra società impone la necessità di essere per le strade per ribadire la nostra ostilità verso qualsiasi forma di discriminazione di genere e chi vorrebbe imporre dei canoni di decoro alla libera espressione dell’amore. Abbiamo deciso di esserci anche per dire la nostra su quell’insistente processo di normalizzazione all’interno del mondo delle lotte, imposto da un modello economico nel quale non ci riconosciamo e che riteniamo funzionale ai canoni della società patriarcale che vorremmo demolire, il mostro del capitalismo al collasso. Qualsiasi legge contro l’omofobia od a favore dell’omogenitorialità sarebbe per noi superflua se non provassimo ad incidere su un cambiamento radicale della società sotto tutti i fronti. Società rappresentata da governi conservatori capaci solo di ordire teoremi del decoro ed emanare leggi repressive che fomentano le discriminazioni di genere, il clima di omofobia e gli episodi di violenza contro tutti coloro che non sono ritenuti conformi ai canoni di buona condotta. Ed ancora, società infettata dalla suddivisione in persone e cittadini di serie A e serie B a seconda del loro orientamento sessuale, della loro provenienza geografica e della loro situazione economica. Se questa è la pubblica morale noi intendiamo oltraggiarla con tutte le forme necessarie con la nostra indecorosa presenza per le strade della città, espressione di differenti realtà collettive.
Le conseguenze del modello patriarcale si manifestano con tutta la loro tragicità nelle dinamiche di prevaricazione con le quali tutti coloro etichettati come “divers*” devono quotidianamente scontrarsi. I luoghi della formazione sono infettati da episodi di bullismo, espressione di un machismo interiorizzato all’interno di tutte le componenti di una società malata.
Anche gli studenti della provincia hanno deciso di partecipare alla parata finale del Pride regionale 2018 con le seguenti parole d’ordine: “per dar voce a tutt* i/le ragazz* che ogni giorno subiscono atti di bullismo omofobico e transfobico, a nome di tutt* i/le ragazz* costretti al suicidio per colpa di questa mentalità gretta ed arretrata che aleggia anche nelle scuole. Spinti sull’orlo della solitudine per merito di gente MALATA (perchè lo ricordiamo che l’omo-bi-transfobia è un disturbo molto serio) che denigra il prossimo e, in particolare, il diverso mossa da motivazioni legate alla sfera e l’identità sessuale altrui. Gli studenti saranno per le strade di Barletta, per protestare contro l’indifferenza e l’omertà. Omertà di Stato visto che ad oggi non è stata ancora emanata una legge seria contro l’omo-bi-transfobia che tuteli bambin*, ragazz* ed adulti da episodi di violenza psicologica e/o fisica omo-bi-transfobica. Gli studenti ci saranno per ricordare a tutti che la scuola è nata come un luogo in cui si apprende la cultura e si dovrebbero allargare i propri orizzonti a nuove realtà, non un posto per inneggiare all’odio e alla violenza”.
Gli effetti della violenza del capitalismo si manifestano ogni giorno con tutta la loro forza sulle nostre vite cercando di regolare i nostri rapporti personali, di porre dei freni alla nostra idea di amore eterogeneo e di famiglia atipica rispetto a quella basata sul modello patriarcale. L’omofobia è di stato tutte le volte che nel dibattito politico si consente a vecchi e nuovi fascismi di discriminare e disseminare odio contro chi rivendica il sacrosanto diritto all’uguaglianza.
Il capitalismo devasta i nostri territori inquinandoli e causando disastri ambientale i cui danni si riversano su intere comunità in nome del profitto di pochi. Come una sanguisuga prende tutto ciò che può dai nostri territori per poi abbandonarli lasciando cumuli di disperazione ogni volta che gli si sbatte in faccia la necessità di rimediare ai danni causati. Intere famiglie sono usate come strumento di ricatto da parte di multinazionali senza scrupoli che vorrebbero fare profitti inquinando impunemente, usando il licenziamento come arma, come sta accadendo in questi mesi a proprio a Barletta.
Il capitalismo è alla base di quelle guerre tra poveri messe in atto da chi si nutre di disperazione e costruisce la sua credibilità politica sulla base di esse. Un’ondata senza precedenti di odio contro i migranti sta attraversando tutto il Paese, abilmente orchestrata da un governo che mette insieme il peggio dei teoremi legalitari e populisti con la xenofobia e lo stato di polizia. Crediamo che la nostra presenza per le strade in occasione del Pride regionale possa essere un primo episodio di opposizione sociale a questo governo.
Rivendicare diritti, per noi, è combattere contro tutto questo in ogni circostanza. Le lotte non sono a compartimenti stagni, ogni ambito della lotta è strettamente collegato agli altri dal nemico comune. E’ per questo motivo che sentiamo vicine le lotte alla base dei processi rivoluzionari a migliaia di km da casa nostra. Dalle comunità autonome Zapatiste all’autonomia democratica messa in atto in Rojava ed in tutta la Siria del nord, lotte accomunate dalla centralità del ruolo della donna all’interno della vita e della difesa della società e dalla lotta contro il patriarcato ostentato dai governi degli stati nazione e dal fondamentalismo religioso fomentato ed armato dalle superpotenze mondiali.
Saremo presenti alla parata conclusiva del Puglia Pride 2018 come coordinamento informale di realtà territoriali, organizzazioni studentesche e collettivi che si riconoscono nei valori dell’Antifascismo e che in nome di esso combattono ogni forma di sessismo, omofobia, razzismo anche promuovendo un modello di sviluppo alternativo. Invitiamo, pertanto, chiunque voglia partecipare al concentramento che avrà luogo a Barletta davanti al Lido Massawa alle 16.00 di sabato 16 giugno 2018.

Per aderire o sottoscrivere questo documento politico scriveteci in privato.
https://www.facebook.com/events/244056823016633

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *