Sosteniamo la lotta dei Prigionieri Palestinesi – 11/12 Maggio, Napoli

Sosteniamo la lotta dei Prigionieri Palestinesi
Mercoledì 11 – Giovedì 12 maggio dalle ore 10.00
Piazza Municipio – Napoli
Da ormai Tre settimane oltre 1500 prigionieri palestinesi detenuti nelle carceri israeliane sono in sciopero della fame a oltranza per rivendicare il rispetto dei diritti più elementari, la fine delle torture e delle punizioni quotidianamente inflitte, migliori condizioni di detenzione. Rivendicano, inoltre, l’abolizione dell’arresto amminstrativo: una misura di origine coloniale che consente l’arresto e la detenzione a tempo indeterminato senza vero processo né diritto alla difesa.
Oggi i Palestinesi detenuti nelle carceri sioniste, arrivati ormai a circa 6.500, tra cui 62 donne, 300 minorenni e 500 detenuti amministrativi.
In risposta all’appello lanciato da Marwan Barghouti (da 15 anni nelle carceri sioniste) si sta sviluppando una mobilitazione di massa e, alla quale prendono parte prigionieri appartenenti a tutte le organizzazioni della Resistenza Palestinese.
Attorno a questa lotta, a sostegno delle rivendicazioni dei prigionieri, è l’intera popolazione di Palestina che si sta mobilitando, infiammando le strade e le piazze dei Territori Occupati e scontrandosi con la repressione sionista. Il tutto nel silenzio complice dei media occidentali.
Così come cresce il sostegno internazionale, da parte di attivisti e movimenti che in tante città del mondo, Berlino, Londra, New York, Dublino, Parigi manifestano in solidarietà con i prigionieri.
Ma oggi manifestiamo anche contro l’occupazione israeliana della Palestina che dura da 70 anni e le condizioni inumane in cui è costretto a vivere il popolo palestinese. ; la complicità dell’Occidente al regime di apartheid sionista; le pressioni esercitate dallo Stato d’Israele verso chi sostiene la causa palestinese, in particolare gli attivisti della campagna BDS (boicottaggio, disinvestimenti e sanzioni); per chiedere la fine degli accordi tra Israele e l’Autorità Nazionale Palestinese che hanno reso possibile molti degli arresti.
Oggi la lotta dei prigionieri, unitaria e di massa, rappresenta la sfida più forte all’occupante sionista, ai soprusi quotidiani operati dalle autorità civili e militari di Israele, ai metodi brutali che violano le più elementari condizioni umane e portano all’assassinio quotidiano di giovani palestinesi.

La Comunità palestinese in Campania e il Coordinamento Napoletano per la Palestina, invitano a partecipare allo sciopero della fame il 10-11 maggio con presidio in piazza Municipio- Napoli

Evento FB: https://www.facebook.com/events/999732663495393/

Comunità Palestinese in Campania
Coordinamento Napoletano per la Palestina

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *